scritturaimmanente.it
home
scrittura immanente
autori
analisi testuale
letture
contributi
link

-- Kafka: vita e opere --la Praga di Kafka - autori praghesi ed ebraici - percorsi letterari

 

FRANZ KAFKA

LETTERA AL PADRE


Considerazioni

 

La "Lettera al padre" inizia affrontando una delle emozioni che Franz Kafka prova di fronte a lui, la paura che egli gli incute, e per comprendere tale emozione ed altre analoghe egli dice di aver stilato questo scritto. Sembra quindi che l'origine della Lettera sia un desiderio di chiarimento interiore prima ancora che di dialogo col padre.

Per fare questo Kafka conduce un'analisi del rapporto col padre sulla base di ricordi dell'infanzia e delle conseguenze che tali episodi ebbero sul suo stato emotivo, e che avrebbero condizionato, stando alle sue parole, l'intera sua vita. Il condizionamento è stato solo in senso negativo, ed egli si sente autorizzato ad imputare al cattivo esempio o al comportamento 'sbagliato' del padre gli insuccessi della sua vita - nel lavoro e nella vita sentimentale.

 

Ne derivano una serie di accuse piuttosto pesanti, tra cui quelle di incoerenza e di violenze psicologiche, alla base di cui sta però il confronto tra il forte temperamento del padre e la propria debolezza, fisica e di carattere. Infine Kafka si ritrova ad analizzare soprattutto se stesso, la propria indecisione, il proprio senso di colpa - fatto risalire all'inevitabile confronto con l'eccessiva risolutezza del padre, la propria 'nullità' e vulnerabilità.

Sembra quindi di poter affermare che essa sia la testimonianza di un trauma di cui Kafka in questa lettera ricerca le cause - e di cui dà la propria interpretazione.

 

 

 

Una lettura >>>

Atomi >>>

Parole >>>

Percorsi >>>

I vostri commenti >>>

 

 

 

torna su

 

 

 

2003-2004 © Elisabetta Bertozzi - tutti i diritti riservati